Fabrizio Tavernelli Complesso live @ Racconti Resistenti – Vignola (Venerdì 25 aprile ore 17)

25 Aprile 2014-page-001.jpg25 Aprile 2014-page-002.jpg

Racconti resistenti
Sul palco dalle ore 15 si alterneranno
testimonianze e musica: letture a
cura di ANPI, scuole, Associazione
Libera, Emergency ed
intrattenimento musicale con
Coro La Ghirlandeina, Gruppo
Magma
e alle ore 17
Fabrizio Tavernelli Complesso

(per l’occasione verranno riproposti brani partigiani estratti da “Materiale Resistente” – Con la Guerriglia e I Ribelli della Montagna e il brano degli AFA dedicato alla esperienza delle mondine “Mondariso”

Per tutto il pomeriggio nel Parco
saranno attivi un punto ristoro
(borlenghi e tigelle) e punti informativi
delle associazioni aderenti.
Dalla mattina sarà aperta la
caffeteria Fiona presso la Biblioteca.

Presso il Parco della Biblioteca Via San Francesco – Vignola

https://www.facebook.com/profile.php?id=1440683532844628&ref=ts&fref=ts

http://www.youtube.com/attribution_link?a=e6dsYUeP0bA&u=%2Fwatch%3Fv%3DdT-hEIzpNj8%26feature%3Dshare

http://www.youtube.com/attribution_link?a=NyEeVIlc9JU&u=%2Fwatch%3Fv%3D7KvNA2KtiE0%26feature%3Dshare

http://www.youtube.com/attribution_link?a=8ezu1o3vM7g&u=%2Fwatch%3Fv%3Dh_B7orPRbTA%26feature%3Dshare

I RADIOALICE apertura al concerto dei MASSIMO VOLUME al FUORI ORARIO 18-04-2014

Dal sito www.arcifuori.it—-programma del FUORI ORARIO

CONCERTO GIA’ EFFETTUATO….GRANDE SUCCESSO

 

VENERDÌ 18/4/2014:  MASSIMO VOLUME + RADIO ALICE

10308343_696815410382461_5290177862448084907_n

10247221_696814760382526_1899540234171482223_n

 

Aspettando i Barbari – Tour Massimo Volume 

“Aspettando i barbari” è un disco pieno di sferzate, calato con forza nell’ambiguità del presente, che stamperà per giorni nella testa dei fan i nuovi slogan di Clementi (“Vi piaccia o no” è quello che tutti canteranno a squarciagola durante i prossimi concerti).
Ogni volta esce un nuovo disco dei Massimo Volume, nulla può più essere come prima.

Ora che la sera
Accorcia le ombre
Noi ci ritiriamo
E di fronte allo specchio
Come spose
Ci acconciamo
In onore dei barbari

(Tratto da Onda Rock)

Area TRENI – Ore 22.00
RADIO ALICE
“La storica band emiliana presenta l’ album, “Outlet”, uscito per l’etichetta Lo Scafandro. Il proto-punk emiliano dei radioAlice prende di petto i mali e le contraddizioni della società italiana in dodici pezzi che descrivono a ritmo serrato l’irreversibile sfaldamento di un modo di vivere, di pensare, di essere, ma senza perdere la speranza.”

https://www.facebook.com/Outletradioalice?fref=ts

E’ arrivato il nuovo album dei RADIOALICE : outlet

Area TRENI – Ore 23.00
MASSIMO VOLUME

Recensione cd Vanamusae “Come i cani”-e video del brano GRIDA

SUL SITO WWW.SHERWOOD.IT
Tags:

 

Una sintesi di canzone d’autore e musica rock, questa è la cifra stilistica dei modenesi Vanamusae. Dopo una campagna di crowdfunding su Musicraiser, brillantemente andata a segno, la band ha finalmente dato alle stampe l’album “Come i cani“, pubblicato dall’etichetta (super) indipendente Lo Scafandro di Fabrizio Tavernelli, cantante, musicista, dj, produttore, scrittore e indomito animatore della scena emiliana (AfaDuozeroEn Manque D’Autre,Groove SafariBabel ecc.).

In questo disco, strizzato in mezz’ora scarsa ma consistente, confluiscono le diverse esperienze di vita di Matteo Gozzi (voce), Lorenzo Lugli (chitarra),Stefano Crotti (chitarra), Nicolò Monti (basso) e Oussama Mansour (batteria), ma anche molteplici influenze musicali e più ampiamente artistiche e letterarie.
Dal lato della canzone d’autore si avvertono l’estenuante ricerca sulla parola e la cura nell’interpretazione, che a tratti diventa quasi teatrale, piena di enfasi (a volte anche troppa) e cuore. Dall’altro lato della sintesi, quello della musica rock, arriva la grande energia di una sezione ritmica potente e trainante, ma capace di farsi delicata e discreta quando serve. Le chitarre sono grintose, cariche di distorsioni e a tratti dissonanti, divise tra la tentazione post-rock di una dilatazione infinita e la fiammata esplosiva e veloce del rock più duro.
Vanamusae, che nel nome fanno riferimento a quelle “vane muse” metafora dei sogni irrealizzabili, ci raccontano tutta la rabbia e il disagio della nostra generazione, quella delle aspettative calpestate e del futuro rubato, quella che cerca un riscatto nella provincia come nella grande città “nel canile che è il nostro tempo”.
I momenti più riusciti sono all’inizio e alla fine: suggestiva la breve intro “Un giorno tornerò a Tunisi”, persino struggente “L’erba (di Fausto)“, che chiude l’album e lascia con la curiosità di vedere la band dal vivo.


Tracklist:

1) Un giorno tornerò a Tunisi
2) Come i cani
3) I nostri corpi elettrici
4) Il tempo è stronzo
5) Grida
6) Non avremmo mai tremato
7) Piccoli disastri quotidiani
8) L’erba (di Fausto)

Sabato 12 Aprile – reading “Provincia Exotica” @ Casa Spartaco

Reading FABRIZIO TAVERNELLI + Presentazione programma E.R.A. Aperitivo a Casa Polpolare Spartaco –

Dalle 17 a Casa Spartaco a Budrio di Correggio lettura di FAVOLE a cura di Scuola Popolare. Dalle 18 presentazione del programma dell’ European Resistance Assembly e READING di FABRIZIO TAVERNELLI con PROVINCIA EXOTICA…naturalmente aperitivo con buffet!

https://www.facebook.com/events/818761561485272/?fref=ts#   via budrio 24 – Budrio di Correggio

406851_177273132371607_163102527122001_299721_1328160157_n

 

 

 

 

 

 

 

 

sabato 12 aprile alle ore 18 presso Casa Popolare Spartaco il mio reading dal vademecum avariato “Provincia exotica”. Casa Spartaco è un posto che mi piace molto, i ragazzi che lo gestiscono sono davvero in gamba e mi sono simpatici. Ma aldilà di queste vicinanze epidermiche, stanno facendo un grande servizio per la città di Correggio, andando a colmare una lacuna evidente : luoghi di aggregazione, apprendimento, educazione, convivenza, apertura multiculturale. Luoghi pubblici e laici che le amministrazioni locali hanno sempre più abbandonato o appaltato.

http://www.youtube.com/attribution_link?a=GacKOOnR4Lo&u=%2Fwatch%3Fv%3D_0-zc7wvjlY%26feature%3Dshare

Impresa Gottardo – Sabato 5 Aprile @ I Vizi del Pellicano

 

11425795_10152977106051973_5925266354068212275_n

 

1) Impresa Gottardo è la nuova opera di ingegneria musical-autostradale progettata in scioltezza da Jean Paul Lazare e Philippe Taverio. I due danno vita a un viaggio metaforico tra muzak per autogrill, eurodance, romanticismi veneziani, erotismo estremo da balera di provincia, disco-trash affrontato con coscienza camp.

2) Matteo Borghi prendera’ in mano la situazione dalla consolle appena finito lo show e balleremo fino a mattina!

Ingresso 5 euro
riservato ai soci Arci

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10152033984966973&set=gm.493761164069444&type=1

 

in anteprima l’esordio discografico di IMPRESA GOTTARDO su Bordello A Parigi “trafori” un epico viaggio alla volta del Gottardo tra spleen romantico, propri demoni, buddismo, eurodisco, muzak da autogrill desolati. 250 vinili numerati e presto disponibile nei webstore internazionali. Sabato 5 Aprile si riapre il cantiere i vizi del Pellicano VOLEVAMO USCIRE DAL TUNNEL MA NON CI SIAMO MAI ENTRATI!
https://soundcloud.com/fabrizio-tavernelli/impresa-gottardo-trafori/s-3a5aX
http://bordelloaparigi.com/product/disco-vinyl-musica/various-artists-riviera-disco-vol-2/

bap22

 

 

 

 

IMPRESA GOTTARDO “solo trafori”

Impresa Gottardo è la nuova opera di ingegneria musical-autostradale progettata in scioltezza da Jean Paul Lazare e Philippe Taverio.
Dietro i segnali intermittenti di blocco del traffico, tra catarinfrangenti, abbaglianti e tunnel aerodinamici, si celano, come solo la polizia stradale può fare:
Don Cico Maestro di Vita (Jean Paul Lazare) già cult-hero della scena dance italiana negli anni ‘80 con alcuni successi come “Coccobello” e “Walking to my Slang” prodotti dagli storici Blackbox.
Taver (Philippe Taverio), coinvolto in diverse band italiane tra new wave e elettronica (tra i vari gli AFA) e metà del duo Ajello, uno dei nomi di punta della rinascita della Italo-Disco da esportazione.
I due si conoscono dai primi anni ottanta quando insieme diedero vita all’oscuro gruppo electro-postpunk Dark Age. Si sono di recente ritrovati nell’ultimo album di Ajello “Smells like too Cheesy” grazie al brano “Sabrer” cronaca e celebrazione degli eccessi e dell’edonismo ottanta.
Impresa Gottardo nasce dopo un viaggio in Svizzera in occasione di una esibizione a capodanno, finito davanti al traforo del Gottardo chiuso per un incidente. L’epilogo dell’avventura ha un suo epico spleen nella visione di Jean Paul e Philippe, seduti in un autogrill deserto mentre fuori il cielo si illumina di botti e fuochi d’artificio per l’anno nuovo.
Dopo questo viaggio finito davanti al Gottardo, come una sorta di coitus interruptus, e dopo l’accettazione da parte di Philippe delle teorie Buddiste di Jean Paul atte a spiegare l’azione di cattivi demoni personali, come di una testimonianza di una strada difficile ma giusta e di successo necessariamente da compiere. I due danno vita a un viaggio metaforico tra muzak per autogrill, eurodance, romanticismi veneziani, erotismo estremo da balera di provincia, disco-trash affrontato con coscienza camp.
Il tutto sotto il motto di “Volevamo uscire dal tunnell ma non ci siamo mai entrati!”