Venerdì 24 Luglio – “Se Memoria non ci inganna” – Recital di musica e parole di e con Elisa Lolli & Fabrizio Tavernelli Complesso

 

Trovarsi al cospetto della Memoria e porre domande. Sul nostro passato e sul nostro futuro. Capire se il lungo cammino di Liberazione, di Rivendicazione ed Emancipazione Sociale, di Lotta per la Libertà e per i Diritti sia giunto a compimento. Chiedersi se durante il percorso non ci sia stato un tradimento. Ideali, utopie, speranze, impegno, umanità sono ancora presenti nel nostro agire nel mondo, nel nostro quotidiano o sono soltanto parole svuotate di significato e relegate ormai a fredde e innocue celebrazioni per rassicurare la nostra coscienza?
Organizzato da ANPI Campagnola e CGIL presso Festa PD Campagnola Emilia

https://www.facebook.com/PD.CampagnolaEmilia

Sabato 18 Luglio – Fabrizio Tavernelli Complesso @ Dada Summer Festival (Correggio)

11406899_10204899694788919_8918964237328977732_n

 

Brandelli di volo basso dagli album solisti e qualche fugace ripescaggio dalle macerie degli AFA. Tutto questo prima di prepararsi ad un autunnale nuovo progetto discografico. 

A Correggio in via fazzano ( zona campo sportivo / piscine)

evento su facebook

evento su facebook-dada

“Moondog, il vichingo della 6th Avenue” uno scritto di Tavernelli su Piazza Grande

 

Moondog, il vichingo della 6th Avenue
Quando si parla di musica di strada il primo pensiero va a qualcosa di popolare. Eppure nella strada sul finire degli anni ‘40 prendeva forma una sorta di avanguardia popolare che fondeva concetti colti con l’urgenza quotidiana. Interprete di questa alchimia è il bizzarro Moondog (all’anagrafe Louis Thomas Hardin) musicista, compositore, esperto di cosmologia, poeta. Una figura unica nella storia della musica del 900. Altrettanto unica la scelta di fare della strada il suo palcoscenico. Cieco dall’adolescenza visse per anni nelle strade di New York, facendone la sua casa, il luogo in cui nascevano le sue composizioni. All’incrocio tra la 53° e la 6° Avenue a Manhattan il pubblico cominciò a conoscerlo, ad assistere alle sue esibizioni, a comprare i suoi spartiti. Lui vestito come il dio Thor, ispirato dalla mitologia norrena grazie alle sue gesta musicali divenne The Viking of the 6th Abvenue. In gioventù aveva avuto qualche insegnamento musicale nelle scuole per ragazzi non vedenti ma essenzialmente il suo sarà un percorso da autodidatta..Cosa che non precluderà la sua originalità ed una capacità compositiva che lo porterà a toccare territori dell’avanguardia. Dagli interessi iniziali verso le musiche dei nativi americani, le sue composizioni andranno ad inglobare i suoni della città, ritmi sghembi, elementi poliritmici vicini alla scuola minimalista americana. Spesso sono sinfonie pastorali, madrigali, musica da camera, creata con strumenti autocostruiti. A volte è come ascoltare musiche esotiche di civiltà perdute. E’ avanguardia popolare composta e suonata in tempo reale dallo street performer di New York che come in uno di quei piccoli vortici che fanno mulinare la spazzatura nelle strade mescola cori di voci a spirale, Erik Satie ma in modalità “concreta” e seppur in chiave stradaiola si avvicina ad un altro maestro della ricerca timbrica, Harry Partch. L’opera di Moondog oltre che affidata ad esecuzioni estemporanee tra passanti indaffarati, sarà raccolta in innumerevoli album pubblicati tra i tanti, dalla Prestige e grazie all’interessamento del direttore della NY Philarmonic. Un buon inizio per conoscere questo Vikingo è partire dall’ascolto dei primi album a suo nome, naturalmente dopo aver indossato un elmo con tanto di corna.

Primo Maggio -”Se Memoria non ci inganna” – Recital di musica e parole con Elisa Lolli e Fabrizio Tavernelli Complesso

 0001

“Se Memoria non ci inganna” – Recital di musica e parole di e con Elisa LOLLI & Fabrizio TAVERNELLI complesso ore 10,30 Corso Mazzini – Correggio

Materiale Resistente 20.15

Dopo lo storico evento del 1995, il 25 Aprile a Correggio ritorna “Materiale Resistente” al Parco della Memoria dalle ore 16 fino a che la notte resisterà! In concerto : Post-CSI, Mara Redeghieri in Dio Valzer, Giorgio Canali & Rossofuoco, Ginevra di Marco e le Stazioni Lunari, Fabrizio Tavernelli Complesso, Giardini di Mirò con Max Collini, Cisco, Lo Stato Sociale

0002

 

 

 

 

 

 

 

0001

 

Sabato 11 Aprile “Il Vento in Faccia” @ Teatro Asioli – Correggio

11100161_453489028161006_5138151573757645537_n

IL VENTO IN FACCIA: RECITAL DI LETTURE E CANZONI

Prevendita c/o biglietteria Teatro Asioli, corso Cavour 9, Correggio (RE) aperta dal lun al ven dalle 18 alle 19, sab dalle 10,30 alle 12,30. La sera dello spettacolo la biglietteria aprirà alle ore 20. Info e prenotazioni: 0522 637813 begin_of_the_skype_highlighting 0522 637813 GRATIS  end_of_the_skype_highlighting. Ingresso 8/10 euro. info@teatroasioli.it

Voci
Betty Vezzani
Gabriele Tesauri
Fabrizio Tavernelli
Lorenzo Favella

Strumenti
Marco Norisknofunk Santarello
Marco Tirelli
Lorenzo Lollo Lusvardi
Alessandro De Nito

Video
Graziano Ciano Marani

Regia 
Lorenzo Favella

https://www.facebook.com/teatroasioli

https://www.facebook.com/events/531084893697161/?ref=1

Sabato 7 Marzo Circolo Ribalta Vignola- letture di Gabriele Tesauri e musiche di Fabrizio Tavernelli Complesso

 

resssss.jpg

 

Sabato al Circolo Ribalta Vignola “Aspettando Materiale Resistente”> letture di Gabriele Tesauri e musiche di Fabrizio Tavernelli Complesso

 

https://www.facebook.com/events/1402233590087221/?ref=4

 

Venerdì 27 Febbraio Lo Scafandro presenta il libro di Antonello Cresti “Solchi Sperimentali” + Fabrizio Tavernelli Complesso live @ Dinamo (Reggio Emilia)

 

 

 

Lo  

Lo Scafandro presenta l’ottimo libro di Antonello Cresti “Solchi Sperimentali” (una guida alle musiche di ricerca e d’avanguardia dagli anni 60 ad oggi) a seguire live di Fabrizio Tavernelli Complesso

Venerdì 27 Febbraio Dinamo ore 22 > un muovo locale cool a Reggio dove si fa nuova musica e si può mangiare (gradita prenotazione). Per l’occasione farò una bella chiaccherata con Antonello Cresti in merito al suo ottimo libro sulle musiche sperimentali e a seguire suonerò alcune mie cose. Canzoni in griglia popular con piccole deviazioni e magari qualche momento impro con il Complesso

https://www.facebook.com/events/824227204309743/?source=1

https://www.facebook.com/associazionedinamo

SOLCHI SPERIMENTALI è il punto di arrivo di venti anni di ascolti “matti e disperatissimi”, il tentativo di tracciare un percorso che, snodandosi attraverso i circa 300 album recensiti, fornisca una immagine il più ampia possibile di tutti i percorsi sperimentali affrontati dalla “musica giovane” dagli anni sessanta ad oggi. L’idea di “avanguardia” che emerge da queste pagine, lungi da essere polveroso argomento per accademici, è materia palpitante, una sorta di impulso creativo che ha animato e arricchito i percorsi di numerosissimi artisti operanti negli ambiti musicali più vari, dalla psichedelia al jazz rock, passando per il folk, la musica panetnica, arrivando infine a fenomeni come la musica elettronica e il black metal. Una simile volontà di abbattere steccati e barriere è ben espressa anche dal trovare trattati, su queste pagine, musicisti dalle provenienze geografiche più varie e sorprendenti, senza nessuna sudditanza culturale verso il solitamente privilegiato mondo anglofono. SOLCHI SPERIMENTALI è una straordinaria opportunità per conoscere musiche altre, in gran parte mai affrontate dalla stampa specializzata. Una guida attendibile e, insieme, il diario di una antica, folle, passione.
Biografia autore
ANTONELLO CRESTI è saggista, compositore e giornalista. Si occupa prevalentemente di controcultura, musica underground, spiritualità e mondo britannico, argomenti ai quali ha già dedicato sette libri, usciti per varie case editrici. Col collettivo Nihil Project ha pubblicato apprezzati album in ambito sperimentale. Collabora regolarmente con un ampio numero di testate cartacee e web, tra le quali Il Manifesto, Alias, Left, Rockerilla, Altri, Liberazione. È ideatore e firma principale del blog “di anomalie culturali” Idee In/Oltre.

Fabrizio Tavernelli. Complesso “Volare Basso” live

Cantante, produttore, musicista, scrittore. Laureato al DAMS di Bologna. Attivo negli anni ’80 con En Manque D’Autre e dal ’93 al 1999 con gli Afa (Acid Folk Aleeanza) con i quali incide diversi album tra crossover ed elettronica per Sugar di Caterina Caselli e Dischi del Mulo/CPI/Polygram label voluta dagli ex cccp Massimo Zamboni e Giovanni Ferretti). E’ideatore dell’evento “Materiale Resistente”nel ’95. Dal 2000 presenta diversi progetti dal pop alla sperimentazione, dalla psichedelia all’elettronica, dalla italo-disco all’avanguardia : Groove Safari , Roots Connection , Duozero , Ajello , Babel. Del 2011 è l’uscita del suo primo libro “Provincia Exotica” viaggio in una Emilia allucinata e distorta. Attualmente è impegnato in veste solista con una serie di devianti canzoni d’autore. Due gli album incisi per l’etichetta personale Lo Scafandro : “Oggetti del Desiderio” e l’ultimo “Volare Basso”.

Il live è incentrato sull’ultimo album solista ma all’interno del concerto ci sono incursioni nel repertorio degli AFA. Il suono si muove tra songwriting, elettricità, avantgarde con una costante attenzione letteraria per il testo.

Fabrizio Tavernelli Complesso lineup :

Fabrizio Tavernelli (voce,chitarra) Marco Santarello (chitarra, cori) Alessandro De Nito (tastiere) Marco Tirelli (basso) Lorenzo Lusvardi (batteria)