“Moondog, il vichingo della 6th Avenue” uno scritto di Tavernelli su Piazza Grande

 

Moondog, il vichingo della 6th Avenue
Quando si parla di musica di strada il primo pensiero va a qualcosa di popolare. Eppure nella strada sul finire degli anni ‘40 prendeva forma una sorta di avanguardia popolare che fondeva concetti colti con l’urgenza quotidiana. Interprete di questa alchimia è il bizzarro Moondog (all’anagrafe Louis Thomas Hardin) musicista, compositore, esperto di cosmologia, poeta. Una figura unica nella storia della musica del 900. Altrettanto unica la scelta di fare della strada il suo palcoscenico. Cieco dall’adolescenza visse per anni nelle strade di New York, facendone la sua casa, il luogo in cui nascevano le sue composizioni. All’incrocio tra la 53° e la 6° Avenue a Manhattan il pubblico cominciò a conoscerlo, ad assistere alle sue esibizioni, a comprare i suoi spartiti. Lui vestito come il dio Thor, ispirato dalla mitologia norrena grazie alle sue gesta musicali divenne The Viking of the 6th Abvenue. In gioventù aveva avuto qualche insegnamento musicale nelle scuole per ragazzi non vedenti ma essenzialmente il suo sarà un percorso da autodidatta..Cosa che non precluderà la sua originalità ed una capacità compositiva che lo porterà a toccare territori dell’avanguardia. Dagli interessi iniziali verso le musiche dei nativi americani, le sue composizioni andranno ad inglobare i suoni della città, ritmi sghembi, elementi poliritmici vicini alla scuola minimalista americana. Spesso sono sinfonie pastorali, madrigali, musica da camera, creata con strumenti autocostruiti. A volte è come ascoltare musiche esotiche di civiltà perdute. E’ avanguardia popolare composta e suonata in tempo reale dallo street performer di New York che come in uno di quei piccoli vortici che fanno mulinare la spazzatura nelle strade mescola cori di voci a spirale, Erik Satie ma in modalità “concreta” e seppur in chiave stradaiola si avvicina ad un altro maestro della ricerca timbrica, Harry Partch. L’opera di Moondog oltre che affidata ad esecuzioni estemporanee tra passanti indaffarati, sarà raccolta in innumerevoli album pubblicati tra i tanti, dalla Prestige e grazie all’interessamento del direttore della NY Philarmonic. Un buon inizio per conoscere questo Vikingo è partire dall’ascolto dei primi album a suo nome, naturalmente dopo aver indossato un elmo con tanto di corna.

La registrazione del recital “Il Vento in Faccia” a puntate su Artmaker Web TV

http://www.artmaker.tv/il-vento-in-faccia-recital/

https://www.youtube.com/attribution_link?a=v3OHZczPC5E&u=%2Fwatch%3Fv%3DbHFTQXw_bco%26feature%3Dplayer_embedded

https://www.youtube.com/attribution_link?a=Ic69Yf3uB68&u=%2Fwatch%3Fv%3Dn5KMdSHoSZw%26feature%3Dplayer_embedded

https://www.youtube.com/attribution_link?a=Tv63kSRr3pQ&u=%2Fwatch%3Fv%3DBEUIDkmN7fk%26feature%3Dplayer_embedded

https://www.youtube.com/attribution_link?a=pY0bQjhx244&u=%2Fwatch%3Fv%3DhhHKO7cqdmY%26feature%3Dplayer_embedded

 

Ancora su Materiale Resistente

 

http://www.tuttorock.net/3/post/2015/04/materiale-resistente-20-anni-dopo-70-anniversario-della-liberazione-correggio-re.html?fb_action_ids=10206599367412671&fb_action_types=og.likes

http://www.artmaker.tv/materialeresistente2015-02/

https://mohawkwordpress.wordpress.com/2015/04/27/materiale-resistente-20-15/

http://lacaduta.tumblr.com/post/119942052103/live-materiale-resistente-20-15-fertili

Primo Maggio -”Se Memoria non ci inganna” – Recital di musica e parole con Elisa Lolli e Fabrizio Tavernelli Complesso

 0001

“Se Memoria non ci inganna” – Recital di musica e parole di e con Elisa LOLLI & Fabrizio TAVERNELLI complesso ore 10,30 Corso Mazzini – Correggio

Materiale Resistente 20.15

Dopo lo storico evento del 1995, il 25 Aprile a Correggio ritorna “Materiale Resistente” al Parco della Memoria dalle ore 16 fino a che la notte resisterà! In concerto : Post-CSI, Mara Redeghieri in Dio Valzer, Giorgio Canali & Rossofuoco, Ginevra di Marco e le Stazioni Lunari, Fabrizio Tavernelli Complesso, Giardini di Mirò con Max Collini, Cisco, Lo Stato Sociale

0002

 

 

 

 

 

 

 

0001

 

Ajello “Montgomery Clift” review on Juno Records

 

clift1.jpg

 

AJELLO dopo il lungo silenzio…Great Juno Records review on new Ajello out now:
“After 18 months of near silence, Ajello first started teasing us with this in September 2014. Now finally available on 12″, it’s every bit as sprightly, fun and funky as we’d hoped. With Prelude style synth and vocals and the duo’s trademark silken production dynamics, it’s well worth the wait. Remix-wise Luminodisco adds a headier 4/4 dancefloor focus, Yam Who? gets his slap bass boogie on while Rayko takes us to the stars with an epic, cosmic work out that’s not dissimilar to the early work of Prins Thomas. Stunning.”

 

http://www.juno.co.uk/products/566122-01/

 

Sabato 11 Aprile “Il Vento in Faccia” @ Teatro Asioli – Correggio

11100161_453489028161006_5138151573757645537_n

IL VENTO IN FACCIA: RECITAL DI LETTURE E CANZONI

Prevendita c/o biglietteria Teatro Asioli, corso Cavour 9, Correggio (RE) aperta dal lun al ven dalle 18 alle 19, sab dalle 10,30 alle 12,30. La sera dello spettacolo la biglietteria aprirà alle ore 20. Info e prenotazioni: 0522 637813 begin_of_the_skype_highlighting 0522 637813 GRATIS  end_of_the_skype_highlighting. Ingresso 8/10 euro. info@teatroasioli.it

Voci
Betty Vezzani
Gabriele Tesauri
Fabrizio Tavernelli
Lorenzo Favella

Strumenti
Marco Norisknofunk Santarello
Marco Tirelli
Lorenzo Lollo Lusvardi
Alessandro De Nito

Video
Graziano Ciano Marani

Regia 
Lorenzo Favella

https://www.facebook.com/teatroasioli

https://www.facebook.com/events/531084893697161/?ref=1

Intervista su Artmaker WebTv part.7

Fabrizio-Tavernelli-120-682x10241.jpg

l’epilogo del serial musicale / esistenziale , la parte 7 dell’intervista su ArtMaker Web Tv Grazie infinite al supebo lavoro di Augusto Ruggiero. 
Fabrizio Tavernelli – Artista dell’animo Pt 7
Il lungo viaggio nel tempo, in cui ci ha guidato Fabrizio Tavernelli, volge al termine.
Ripercorrendo la sua storia artistica attraverso le ultimi tre decadi, Taver ha saputo analizzare e descrivere in maniera intelligente il continuo mutare della provincia emiliana, capace di generare sempre nuovi stimoli in campo artistico e in particolare in quello musicale. Di questa evoluzione Fabrizio Tavernelli è stato testimone e protagonista, lasciando che istinto, curiosità e passione fossero i tre elementi fondamentali per creare musica e parole.
A conclusione di questo lungo cammino a ritroso nel tempo, uno sguardo al futuro: ”cosa farai da grande?” è l’ultima domanda di questa non-intervista con la quale Taver svela i suoi progetti presenti e futuri, come sempre ispirati da quel fuoco interiore che ne fa un vero “artista dell’animo”.
Tra questi numerosi progetti figura anche la collaborazione con ArtMaker Tv in veste di recensore musicale.
Fabrizio Tavernelli firma il Disco-Bolo, un video blog in cui racconta la storia della Musica attraverso la recensione di album che hanno segnato la sua formazione artistica e che, non a caso, sono considerati capolavori assoluti.
Art’n’Roll

https://www.youtube.com/watch?v=NgMpjs02SiI

https://www.youtube.com/watch?v=NgMpjs02SiI

New Ajello ” Montgomery Clift” (EP Retrospective -UK)

clift.jpg

OUT NOW! Eclisse o ibernazione, ecco “Montgomery Clift” nuovo brano di AJELLO
su Retrospective Records (UK) Another release is out, just to fire your week end…
Ajello is back, and today is the day. 
New 12″ called MONTGOMERY CLIFT feat. Jyoti Guidetti, remixes from Luminodisco, Andy YamWho, Rayko.

link a juno.co.uk

link a youtube